Vedi tutta la biblioteca: Annuario 2011. Sezione Valtellinese Sondrio
Titolo:      Annuario 2011. Sezione Valtellinese Sondrio
Categorie:      Annuari
LibroID:      ANN-xx
Autori:      CAI Valtellinese
ISBN-10(13):      00001
Data pubblicazione:      2011
Number of pages:      223
Lingua:      Italiano
Prezzo:      0.00
Valutazione:      0 
Immagine:      cover
Descrizione:     

"Esplorare per conoscere e difendere le montagne". Il motto del 2011, che riflette le grandi finalità del Club Alpino Italiano, rappresenta un invito a conoscere, attraverso l'esplorazione, l'ambiente montano. Un invito a percorrerlo in tutta la sua estensione, ad osservarlo nella dimensione naturale, antropica e storica, ad entrare in un rapporto empatico, affettivo, a coglierne la bellezza elaborandola in etica, cioè in comportamenti di tutela, valorizzazione, equilibrio. Gli articoli proposti sono orientati a rendere consapevoli della grande responsabilità che l'uomo contemporaneo deve assumere per garantire a sé e alle generazioni future un ambiente vivibile e confortevole. L'attività sezionale illustra le numerose iniziative esplorative, culturali, formative, ludiche poste in campo, con lavoro intenso e insieme silenzioso, dai tanti soci che, nell'assumere e condividere come valore l'ambiente, operano con lo scopo di diffondere, soprattutto tra i giovani, comportamenti di rispetto di un bene così unico e irripetibile. Sono presentati i personaggi che hanno dato prova e testimonianza della loro sensibilità e amore verso la natura, l'ambiente, il paesaggio, gli uomini e le don-ne delle montagne: ricordiamo, tra gli altri, Stefano Tirinzoni, prematuramente scomparso, già presidente della nostra sezione e grande protagonista del mondo culturale Valtellinese, animato da intensa passione, impegno e intelligenza sui grandi temi ambientali, Walter Bonatti, ardimentoso alpinista e coraggioso esploratore del mondo, Vittorio Chiari, animatore e promotore, attraverso la montagna, della storia e del futuro di innumerevoli giovani, Ines Busnarda delicata narratrice di vicende e storie tra le montagne.

Anche noi vogliamo essere presenti nel 150° anniversario dell'unità d'Italia. Molti uomini delle Alpi lasciarono i loro monti e valli per aderire e vivere l'ideale di patria unita. Nella cultura alpina si propongono storie esemplari di personaggi che hanno partecipato con determinazione alla costruzione di una "casa" comune, di una identità di nazione e cultura. Su tutti emerge la figura di Luigi Torelli, risorgimentalista e primo presidente della nostra sezione. Sullo sfondo il popolo con i suoi vissuti quotidiani, le sue speranze nella dura realtà di trarre dalle montagne motivo di vita. E si propongono pensieri, riflessioni, esperienze riguardanti le odierne e drammatiche problematiche ambientali: proposte educative, di ricerca, di impegno e cambiamento. Proposte che denotano sia la forte preoccupazione per le sorti dell'ambiente e dell'uomo che lo abita, sia l'intensa speranza che proprio l'uomo sappia trovare una alternativa e una eticità nuova al suo agire. L'avventura, come esperienza singolare, non necessariamente estrema, è particolarmente ricca con descrizione di escursioni suggestive, emozionanti e coinvolgenti, non solo sulle nostre montagne ma anche in ambienti quasi esoterici e metastorici, dal Nepal alla Libia, dall'Alaska alla Patagonia, attraverso la Groenlandia e il Centro America. Un mondo lontano reso vivo, reale dalle parole che divengono immagine, sogno, evocazione delle meraviglie e della misteriosa bellezza della nostra terra. Un grazie di cuore a tutti gli autori per la loro sensibilità nel promuovere conoscenza e cultura e un grazie a Guido Combi, a cui sono subentrato lo scorso anno nella direzione dell'Annuario, per aver dato vita, dal lontano 1985, a un così prezioso raccoglitore di idee, storia e cultura.