8 ottobre 2017. Gita di escursionismo. Val Codera.

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Domenica 8 ottobre. Gita di escursionismo. Val Codera.

Con la gita di oggi si concludono le uscite di escursionismo del CAI di Carate.

Circa 20 partecipanti hanno raggiunto la Val Codera partendo da Novate Mezzola con un tempo stupendo. Come da tradizione con la gita di Ottobre celebriamo un momento conviviale unendo i colori dell’autunno al sapore dei prodotti locali, che quest’anno si sono gustati all’osteria Alpina nel piccolo villaggio di Codera.

Per la discesa, il gruppo ha attraversato la valle, raggiunto la frazione di San Giorgio e tornati a Novate Mezzola.

A conclusione della stagione, il comitato organizzativo dell’escursionismo ringrazia tutti i partecipanti, nella speranza che il programma di quest’anno sia stato di loro gradimento.

.

 20171008 GruppoEscursionismo
Vedi la galleria fotografica della giornata 

10 settembre 2017. Gita di escursionismo. Rifugio Città di Arona

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Domenica 10 settembre. Gita di escursionismo. Rifugio Città di Arona.

Oggi gita di escursionismo CAI Carate al Rifugio Città di Arona all’Alpe Veglia in Piemonte. Una ventina le persone che sono partite stamattina dalla sede CAI, malgrado il meteo non promettente. Arrivati a San Domenico di Varzo a 1410 m, gli escursionisti si sono divisi in due gruppi. Il primo diretto al Lago delle Streghe raggiungendo poi il Rifugio Città di Arona a 1710 metri, il secondo gruppo ha seguito un diverso e più impegnativo percorso che li ha portati al Lago Bianco a quota 2157, raggiunta la meta sono poi ritornati verso il rifugio, ricongiungendosi agli altri. Poi tutti insieme sono tornati al punto di partenza scegliendo un itinerario ad anello.  Malgrado le previsioni meteo non fossero delle migliori, il gruppo ha potuto portare a termine l’escursione senza “bagnarsi” e addirittura con qualche raggio di sole.

La prossima gita sarà in Val Codera domenica 8 Ottobre.

 20170910 Alpe Veglia
Vedi la galleria fotografica della giornata 

23 agosto 2017. Don Gianpiero nel cuore del Monte Bianco

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

23 agosto 2017 – Don Gianpiero nel cuore del Monte Bianco.

Anche quest’anno Don Gianpiero Magni, prevosto di Carate Brianza, ha voluto mantenere la tradizione di una salita alpinistica in alta quota. Una salita nel massiccio del Monte Bianco è stata la meta scelta quest’anno. Come negli anni precedenti Don Gianpiero è stato accompagnato dal Presidente della locale sezione del CAI, Colombo Antonio, istruttore nazionale di alpinismo. I due sono partiti di prima mattina , il 23 di agosto in direzione di Courmayeur con l’obiettivo di effettuare la spettacolare traversata della Vallée Blanche dalla Punta Helbronner (3462m) in Italia e arrivo all’Aigulle du Midi (3842m) in Francia. Questa traversata si sviluppa nel cuore del bacino glaciale del Monte Bianco e permette con un impegnativo percorso alpinistico di unire queste due importanti cime. Una volta giunti sulla Punta Helbronner con la nuova funivia skyway, i due alpinisti si sono preparati con imbragatura, ramponi, piccozza e corda per affrontare il percorso sul ghiacciaio. Appena partiti, in pochi minuti i due sono passati sotto la verticale parete Nord della Tour Ronde (3792m). Dopo una breve e ripida discesa sono arrivati nel cuore della Vallée Blanche, nella caratteristica zona crepacciata. Circondati da questo spettacolare labirinto di ghiaccio e neve, tra passaggi su ponti di neve e alti crepacci i due si sono diretti verso la lunga salita che porta all’Aigulle du Midi. Ancora una stupenda visione dei famosi satelliti del Monte Bianco, il Gran Capucin (3838m) , il Pic Adolphe Rey (3535m), la Piramide du Tacul (3468m) con le loro verticali pareti di granito. Ancora spettacolo con il Pilier Gervasutti e il Triangle du Tacul per avvicinarsi alla meta prevista. La salita finisce, offrendo ai due alpinisti un’ultima aerea cresta finale, molto affilata che porta alla famosa grotta di ghiaccio proprio sull’Aigulle di Midi. Quattro ore di camminata impegnativa e faticosa per Don Gianpiero e Colombo, ma ampiamente ripagata dall’ambiente che circonda questo percorso. Don Gianpiero è rimasto molto soddisfatto di questa salita che sognava da diverso tempo e che ha potuto realizzare grazie al suo impegno e allenamento. Oramai dopo aver salito nei precedenti anni cime come il Gran Paradiso, il Monte Rosa non resta che pensare al Monte Bianco. Questo è un sogno che si potrebbe  realizzare nei prossimi anni.

 Larrivo in prossimità dellAigulle du Midi
Vedi la galleria fotografica della giornata 

29-30 luglio 2017. Ferrate. Bocchette nelle Dolomiti del Brenta

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

29-30 luglio 2017. Ferrate. Bocchette nelle Dolomiti del Brenta.

Quest’anno anche il gruppo ferrate ha voluto provare l’esperienza della “più giorni”.

Per questa prima, hanno scelto le Dolomiti del Brenta per percorrere la ferrata delle Bocchette Alte e Centrali. In 7 partecipanti sono partiti di buon ora da Carate per raggiungere alle 9,00 del sabato Vallesinella che è il punto di partenza della lunga camminata di avvicinamento all’attacco della ferrata.

Dopo essere passati dai Rifugi Brentei e Alimonta, hanno affrontato le Bocchette Centrali sino a raggiungere il rifugio Pedrotti dove hanno trascorso la notte.

Per il secondo giorno era prevista la parte delle Bocchette Alte, ma visto il tempo incerto hanno deciso di variare il percorso. Hanno ripiegato così sul sentiero attrezzato Osvaldo Orsi, salita la ferrata Spellini e tornati al Rifugio Alimonta; da qui hanno affrontato la Ferrata Sosat delle Bocchette Basse, passati per il Rifugio Tucket e successivamente il Casinei; infine percorrendo il sentiero delle cascate sono ritornati a Vallesinella alle auto.

Molto contenti per una 2 giorni impegnativa con tempo variabile ma in un ambiente unico.

 IMG 20170730 Brenta1
Vedi la galleria fotografica della giornata 

Giugno e luglio 2017. MTBK. Laghi del Gorzente e Colle Sommeiller

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Giugno e luglio 2017. MTBK. Laghi del Gorzente e Colle Sommeiller.

L’ormai solido gruppetto della mountain bike si è impegnato domenica 23 luglio nell’impegnativa salita al Colle Sommeiller da Bardonecchia.

Questa è una salita molto amata dai bikers per la lunghezza e la particolarità del percorso, per la bellezza e la varietà dell’ambiente e anche per il fatto di arrivare in bici a 3000 mt perché il Colle del Sommeiller è il più alto valico alpino italiano.

In una splendida giornata erano presenti alcuni abituè di questa attività.

La foto di gruppo allegata invece riguarda un giro del mese scorso nell’appennino ligure-piemontese che li ha visti percorrere i sentieri e le sterrate dei Laghi del Gorzente col raggiungimento della cima del Monte Pracaban che è il punto di più elevata quota dell’itinerario (946 mt).

 GruppoMTBK Gorzente
Vedi la galleria fotografica della giornata 

17-20 luglio 2017. Gita di escursionismo. Sentiero Roma

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

17 - 20  luglio. Gita di escursionismo. Sentiero Roma.

Anche quest’anno non è mancata la "più giorni" in giro per  monti. La scelta è caduta sul Sentiero Roma, che è forse la più classica ed affascinante delle escursioni sulle Alpi centrali.

I 4 ormai affiatati partecipanti, Silvano, Marco, Luigi e Aldo ci raccontano così la loro avventura:

Siamo partiti lunedì da NOvate Mezzola per percorrere la 1° tappa nella splendida Val Codera e in 4 ore raggiungere il rifugio Brasca (1304 mt) accompagnati dal sole.

La 2° tappa ci ha portati al Rifugio Gianetti (2534 mt) in 5,30 ore nella Val  Porcellizzo superando il Passo del Barbacan. Il peso dello zaino si alleggerisce alla vista spettacolare delle cime maestose del Badile e del Cengalo.

Per la 3° tappa dobbiamo arrivare al Rifugio Allievi (2385 mt). Dopo aver superato il passo Camerozzo, entriamo nella Valle del Ferro, sfioriamo il Bivacco Molteni-Valsecchi, attraversiamo il passo Qualido che ci introduce alla vista del Rifugio Allievi in Val Zocca. Questo tratto di discesa è stato molto impegnativo per l’esposizione e la presenza di catene.

Il tempo è sempre bello col cielo sgombro dalle nuvole e una temperatura ideale, lo zaino è sempre pesante e comincia a farsi sentire, ma siamo sempre su di giri.

L’ultima tappa prevede l’arrivo al Rifugio Ponti (2560 mt). Partiamo e riusciamo a superare il passo Torrone e il difficoltoso Passo Cameraccio. Purtroppo qui il tempo si mette al brutto e minaccia temporali; la Bocchetta Roma a 2920 mt non è visibile coperta com’è da nuvole nere. Decidiamo così a malincuore di scendere il più in fretta possibile percorrendo la Val Pioda e arrivare in Val di Mello. Da qui abbiamo raggiunto il punto di partenza di 4 giorni fa a Colico, con l’ausilio dei mezzi pubblici: navetta, pullman e treno.

Malgrado non siamo riusciti a completare il percorso programmato, siamo stati pienamente soddisfatti del giro compiuto e dell’ottimo affiatamento. Completeremo il pezzo tralasciato prossimamente!!!!

.

 20170720 Sentiero ROma
Vedi la galleria fotografica della giornata 

16 luglio 2017. Gita di escursionismo. Rifugio Benevolo

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Domenica 16 luglio. Gita di escursionismo. Rifugio Benevolo.

Per la "classica" escursione di Luglio in Val d'Aosta, quest'anno si è pensato alla Valle di Rhemes nelle Alpi Graie con meta il Rifugio Benevolo.

Partiti tutti da  Thumel, i 30 partecipanti hanno percorso il sentiero ben tracciato che porta al rifugio godendo della vista delle spettacolari Cascate del torrente Goletta.

I piu` allenati hanno continuato alla volta del Lago Golettaz ai piedi della Granta Parey.

Per tutti il panorama è stato incantevole in una bella giornata di sole.

La prossima escursione è prevista per il 10 Settembre all’Alpe Devero in Val d’Ossola, ma vi ricordiamo di visitare il nostro rifugio Capanna Carate in Valmalenco (che quest’anno compie 90 anni)  aperto fino a metà settembre..

.

 IMG 20170716 Benevolo
Vedi la galleria fotografica della giornata 

11 giugno 2017. Gita di escursionismo Rifugio Zamboni-Zappa

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Domenica 11 giugno. Gita di escursionismo Rifugio Zamboni-Zappa.

Per la tradizionale gita estiva, i 24 escursionisti sono partititi all’alba con destinazione Macugnaga nel Verbano (Piemonte).  Da qui, divisi in 2 gruppi, hanno raggiunto il rifugio Zamboni-Zappa a quota 2.070 mt.

Chi per una via diretta, chi prendendo un vecchio sentiero walser, tutti hanno potuto godere di uno spettacolare cielo azzurro senza una nuvola e della magnifica vista sul Monte Rosa.  Una giornata intensa dal punto di vista escursionistico e incantevole per il paesaggio.

La prossima meta sarà il 9 Luglio al Rifugio Benevolo (Val di Rhemes - Val d'Aosta), ma ricordiamo che quest'anno il nostro Rifugio Carate compierà ben 90 anni. Per questa speciale ricorrenza, la tradizionale festa del 1-2 Luglio, sarà ancora più ricca di eventi.

.

 20170611 Rifugio Zamboni
Vedi la galleria fotografica della giornata 

21 maggio 2017. Gita di escursionismo Laghi di Valgoglio

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Domenica 21 maggio. Gita di escursionismo Laghi di Valgoglio.

Grande successo per la gita nelle Orobie Bergamasche prevista per il 7 maggio ma rimandata a oggi per una nevicata straordinaria di 70 cm sul percorso.

Dei 17 partecipanti 5 hanno optato per il raggiungimento del Rifugio Cernello. Nel prato antistante hanno potuto fare un bel pic-nic grazie anche alla stupenda giornata di sole. Gli altri 12 invece hanno affrontato il giro ad anello dei 5 laghi per poi congiungersi con gli altri al rifugio. Entrambe gli itinerari erano comunque lunghi e hanno richiesto un grande impegno dai nostri escursionisti. Bravi!!!

La prossima gita dell' 11 giugno ci porterà al Rifugio Zamboni Zappa (Alpe Pennine - Piemonte).

 20170521 Valgoglio
Vedi la galleria fotografica della giornata 

19 Febbraio 2017 - Ciaspolata a Chamois

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

 

19 febbraio 2017 - Ciaspolata a Chamois

Per la seconda ciaspolata della locale sezione CAI i 43 partecipanti hanno raggiunto la Val d'Aosta,  precisamente in Valtournenche a Chamois.

Anche in questa occasione nessuno ha potuto fare sci da fondo per via della neve scarsa.

Dopo aver raggiunto Chamois con la comoda funivia, un folto gruppo è salito al Colle Cheniel.

Una decina di ciaspolatori ha invece fatto il giro del Lago Lod, per poi seguire un sentiero in pineta e raggiungere il Rifugio L'Ermitage.

Poca neve ma gita molto piacevole e ben riuscita, complice anche il bel tempo, la stupenda vista sul Cervino e la bella compagnia.

 La prossima gita in programma è al mare il 12 marzo: la meta è il Monte Mao - Bergeggi (SV)

 
20170219 Chamois 
    Vedi SLIDESHOW del Galimba  Vedi la galleria fotografica della giornata

29 Gennaio 2017 - Ciaspolata al Lago Palù

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

 

29 gennaio 2017 - Ciaspolata al Lago Palù

Riparte l'attività escursionistica 2017 della locale sezione CAI con la prima delle 2 ciaspolate dell'anno. La meta di oggi ci ha portato nella bellissima Valmalenco, a noi molto cara perchè è anche la valle del nostro Rifugio Carate.

23 gli escursionisti partititi da Carate e arrivati alla frazione di San Giuseppe (tra Chiesa in Valmalenco e Chiareggio) nei pressi della partenza della seggiovia che conduce all'Alpe Motta.

Da qui,  ciaspole ai piedi, tutti hanno raggiunto, tramite un facile itinerario che si addentra in boschi di conifere innevati e taglia di tanto in tanto stupendi alpeggi panoramici, la localita` Alpe Palù a circa 2000 metri caratterizzata dall’omonimo lago.

Mentre una parte del gruppo faceva il giro attorno al Lago del Palù, i più allenati si sono spinti fino all' Alpe Motta (2300mt). La giornata è stata molto soleggiata e i partecipanti molto soddisfatti del paesaggio.

Vi aspettiamo alla prossima ciaspolata del 19 febbraio in Val d'Aosta e precisamente in Valtournenche a Chamois.

 
20170129 palu2 
   Vedi SLIDESHOW del Galimba  Vedi la galleria fotografica della giornata

19 giugno 2016 -Escursionismo. Gita alle Gole del Cardellino

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

 

19 giugno 2016 -Escursionismo. Gita alle Gole del Cardellino

Isola, in Valchiavenna è stata la meta della gita di escursionismo di domenica scorsa per il CAI Carate Brianza. Il nutrito gruppo, oltre 40 persone, è partito di buonora dalla locale sezione e ha raggiunto Isola, punto di partenza per la gita. Malgrado il meteo non fosse dei migliori, sotto una leggera pioggia, gli escursionisti si sono incamminati verso il rifugio Stuetta (1870m). Il percorso panoramico ha permesso ai partecipanti di ammirare le pareti strapiombanti sul torrente poco prima di arrivare alla diga del lago di Monte Spluga. Dal rifugio, un piccolo gruppo ha proseguito fino al successivo rifugio Bertacchi (2175m). Da lì sono scesi seguendo un percorso alternativo a quello usato dal resto della comitiva raggiungendo Madesimo dove li attendeva il pullman.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

10 aprile 2016 -Escursionismo sul Monte Pizzocolo

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

 

10 aprile 2016 -Escursionismo sul Monte Pizzocolo

Escursionisti al Monte Pizzoccolo. Altra gita per il consolidato gruppo di escursionisti. Meta dei 33 partecipanti è stato il Monte Pizzoccolo, caratteristica cima sul lago di Garda. La giornata cominciata con il bel tempo ha soddisfatto l’intera compagnia che arrivata con il pullman a San Michele, si è poi diretta a piedi verso il rifugio “Pirlo”. La gita prevedeva due diversi percorsi. Uno cosiddetto “breve” che, con un dislivello di 750 m, ha portato alcuni partecipanti direttamente al rifugio. Il resto del gruppo ha invece preferito il percorso “lungo” che con un dislivello di oltre 1100 metri, ha permesso di raggiungere il Monte Pizzoccolo a 1581 metri s.l.m. In cima, il gruppo ha potuto godere di un bel panorama anche se qualche nuvola ha limitato l’intero spettacolo. In seguito, tutto il gruppo si è ritrovato al rifugio e insieme, dopo un meritato pranzo, si sono diretti verso il pullman. Rientro a Carate, in serata alle ore 19:00. Prossimo appuntamento con l’escursionismo sarà il 22 maggio per salire al rifugio Curò in Valbondione.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

22 Marzo 2015 – Gita al santuario di Montallegro - Liguria

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

 

22 Marzo 2015 – Santuario di Montallegro-Liguria

Ben 26 gli impavidi che, dopo il rinvio della gita in Liguria di una settimana per il solito maltempo del weekend, hanno deciso di eseguire ugualmente l'escursione malgrado le previsioni meteo non fossero ancora buone. Partiti da Carate Brianza e arrivati a Rapallo sempre con la pioggia, il gruppo si è diviso in due per raggiungere il Santuario di Montallegro. Metà hanno preferito prendere la funivia (la sola in Liguria), mentre gli altri hanno affrontato i circa 600 mt di dislivello del sentiero del Pellegrino sotto l'acqua battente senza lasciarsi intimorire. Raggiunti gli altri al Santuario e dopo una breve visita, 12 escursionisti hanno deciso di continuare la camminata sul sentiero, per raggiungere il rifugio Margherita posto sul Monte Pegge a 774 mt slm. Dopo poco il tempo è migliorato, il cielo si è aperto dandoci la possibilità di vedere il bel panorama sul mare. Al rifugio siamo stati fortunatamente accolti e ospitati da un membro del gruppo degli alpini che lo gestisce, avendo la possibilità di scaldarci e mangiare qualcosa davanti al camino. L'altra parte del gruppo nel frattempo è ridiscesa a Rapallo per una visita del paese e dei monumenti aperti in occasione della Giornata del FAI. Riuniti poi tutti sul lungomare di Rapallo, abbiamo potuto assaporare una bella oretta di aria di mare e di una veloce visita al Castello, in attesa del pullman che alle 16,30 è ripartito in direzione Carate Brianza.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

15 Febbraio 2015 – Ciaspolata di Febbraio al monte Mars

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

 

15 Febbraio 2015 – Ciaspolata di Febbraio al Monte Mars

E' iniziata alla grande la programmazione escursionistica 2015 del C.A.I. di Carate Brianza, con la tradizionale ciaspolata di febbraio. La meta di quest'anno ci ha portato in Val d'Aosta e precisamente nel parco naturale del monte Mars. Partiti con una pioggia torrenziale, i ben 30 partecipanti, che non si sono lasciati intimorire dal maltempo, sono arrivati al punto di partenza dell'escursione (Plan de Coumarial) con nuvole basse e una bella nevicata (si vede dalle foto), ma sono stati poi premiati da qualche raggio di sole e temperatura gradevole. Qui il gruppo si è riunito intorno a Daniele "Fritz" Frigerio e a un altro collega, guide di media montagna che ci hanno accompagnato in questa giornata. Dopo aver fornito a tutti le nozioni base sull’utilizzo delle ciaspole, il gruppo si è diviso per seguire 2 percorsi: uno più breve e semplice per i principianti, mentre i più "forti" ne hanno seguito uno più lungo per raggiungere Punta Leretta. I dislivelli non sono mai notevoli e l'ambiente è davvero superbo e appagante e tutti hanno capito come le ciaspole possono diventare un mezzo per avventurarsi in tracciati battuti ma anche in neve fresca, sempre con la dovuta attenzione e sicurezza. I percorsi ad anello ci hanno riportati all'area attrezzata di partenza e al bar ristoro Coumarial abbiamo potuto assaporare alcuni piatti locali davvero ottimi. Tutti i partecipanti sono rimasti soddisfatti sia per l'ambiente che per l'armonia che si è creata in questo bel gruppo. Il rientro tranquillo ci ha riportato alla sede del C.A.I. per l'ora di cena.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

5 ottobre 2014 - Passo di Monscera

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

5 ottobre 2014 - Passo di Monscera

Vedi la galleria fotografica della giornataTLogo timbro 80ermina con questa uscita l'intensa stagione escursionistica della sezione del C.A.I. di Carate Brianza, sezione che quest'anno festeggia l'80° della fondazione; meta il Passo di Monscera in alta valle Bognanco (Piemonte). Un gruppo di 15 partecipanti, nonostante un'insistente pioggerellina, ha percorso il tracciato previsto che da San Bernardo ci ha portato al Lago di Agro ed al passo di Monscera; siamo poi ridiscesi passando dal Rifugio Gattascosa e da qui il ritorno a San Bernardo. Un caloroso ringraziamento a tutti coloro che ci hanno accompagnato in questo anno di escursioni, vivendo in allegria la piacevole compagnia di un affiatato gruppo di amici. Non mancate ai prossimi appuntamenti della tradizione… Nell'ordine: il 26 ottobre il consueto ritrovo alla Capanna Mara per la Santa Messa in ricordo dei nostri amici che ci hanno lasciato; il 16 novembre il Pranzo sociale con la visita guidata a Casale Monferrato ed il pranzo a Lu. Il programma escursionistico 2015 inizierà a febbraio e sarà a breve disponibile sul nostro sito web rinnovato www.caicaratebrianza.it.

7 settembre 2014 - Via Mala (CH)

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

7 settembre 2014 -Via Mala (CH)

Prosegue la stagione escursionistica della sezione del C.A.I. di Carate Brianza, sezione che quest'anno festeggia l'80° della fondazione; meta un tratto della Via Mala in Svizzera. Dopo un'estate particolarmente fredda e piovosa il CAI di Carate nella prima di settembre gioca il Jolly con la gita alla "Via Mala", una traversata in Svizzera da Thusis alle gole della Via Mala attraverso l'itinerario denominato "Via Traversina". Il numero 17 ha portato bene, perchè i 17 partecipanti hanno potuto godersi la bella giornata e il clima mite percorrendo questo sentiero che culminava con l'attraversamento del ponte Traversina, emozionante passaggio sospeso tra le pareti rocciose, per poi percorrere un ultimo breve tratto di discesa fino al parcheggio delle gole del Reno. Qui siamo potuti scendere nelle viscere della montagna e provare una ulteriore emozione. C'è stata anche la possibilità di recarsi in pulmann a Zillis per consentire, a chi voleva, di visitare la chiesa di San Martino, soprannominata la "Sistina delle Alpi" ed ammirare il famoso soffitto in legno del 1100 che raffigura la vita di Gesù. Viaggio perfetto e poco traffico, non si poteva pretendere di più. La prossima gita ci porterà il 5 ottobre in Val Bognanco al passo di Monscera. I volantini delle escursioni del 2014, sono disponibili sul nostro sito web rinnovato: "www.caicaratebrianza.it". Vi aspettiamo numerosi.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

27-28 agosto 2014 - Don Gianpiero alla Bocchetta di Caspoggio

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

Don Gianpiero in alta quota.

Il Don ancora in alta quota. Dopo la precedente esperienza dello scorso anno sul Bernina, Don Giampiero Magni, prevosto di Carate ha potuto raggiungere i 3000 metri sulle montagne della Valmalenco anche quest’anno. Approfittando della breve tregua meteo di settimana scorsa e insieme al presidente del CAI di Carate Brianza il Don ha realizzato uno suo vecchio sogno. Da anni voleva vedere e toccare con mano la famosa Bocchetta di Caspoggio a 2983m che si trova in alta Valmalenco. Questo sella rappresenta il punto di separazione tra il bacino di Scerscen a ovest, ed il bacino di Fellaria ad est. L’escursione è cominciata mercoledì 27 agosto con la salita alla Capanna Carate, rifugio di proprietà della locale sezione del CAI. Don Gianpiero è salito accompagnato da Antonio Colombo, attuale Presidente del CAI Carate e appassionato alpinista. La Capanna Carate si trova a 2636 metri poco sotto la Bocchetta delle Forbici. In questo bel rifugio, accolti dai gestori Marta e Amanzio, Don Gianpiero e Antonio Colombo hanno potuto quindi cenare e pernottare in preparazione dell’impegnativa giornata successiva con l’obiettivo di salire alla Bocchetta di Caspoggio. È così che di buon’ora, il giorno dopo sono usciti dal rifugio in direzione della Capanna Marinelli e raggiuntala hanno proseguito verso la Vedretta di Caspoggio, piccolo ghiacciaio che sottostà all’omonima bocchetta. Una volta sul ghiacciaio, i due si sono quindi legati in cordata risalendo il nevaio fino alla selletta. In questo punto a quasi 3000 metri di quota è stato possibile godere dello spettacolare panorama formato da montagne come il Piz Gluschaint (m.3594), I Gemelli (m.3497), La Sella (m.3584), Piz Roseg (m.3920), Piz Scerscen (m.3971), Pizzo Bernina (m.4049), Piz d'Argient (m.3945), Piz Zupò (m.3995), Piz Palù (m.3905). Dopo una breve pausa ristoratrice i due sono ripartiti, scendendo verso il Rifugio Bignami attraversando piccoli nevai e quindi su pascoli dove, ancora in questa parte di fine stagione pascolano le mucche da cui viene il latte per la preparazione dei famosi formaggi valtellinesi. Infatti è qui che ci sono anche le malghe dove i pastori passano tutta l’estate per la trasformazione del latte in formaggio. Giunti al Rifugio Bignami (2385m) , ancora una breve pausa per riposarsi e via di nuovo in discesa verso Campo Moro costeggiando il primo grosso invaso dell’omonima diga. Il meteo clemente ha quindi permesso di concludere questa due giorni nel migliore dei modi permettendo a Don Giampiero di raggiungere una meta da lui ambita. L’appuntamento quindi per la prossima salita in montagna è per questo inverno sperando di poter vivere intensamente un’altra avventura in montagna a stretto contatto della natura.

foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

13 luglio 2014 - Val D'Aosta. Mont Chetif

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

13 luglio 2014 - Val D'Aosta. Mont Chètif.

Prosegue la stagione escursionistica della sezione del C.A.I. di Carate Brianza, sezione che quest'anno festeggia l'80° della fondazione; meta il Mont Chètif in Val D'Aosta. Un numeroso gruppo di partecipanti con meteo favorevole e temperature gradevoli, ha percorso le due varianti dell'itinerario proposto e condotto dal nostro socio Emanuele Fornasiero. La vista sul monte Bianco con le sue cime ed i suoi ghiacciai, ha riempito di meraviglia e soddisfazione tutti noi.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata

7-8-9-10 luglio 2014 - Tour della Bessanese

Postato in Relazioni gite di Escursionismo

Logo timbro 80

7-8-9-10 luglio 2014 - Tor della Bessanese

Questa una breve relazione della prima gita di più giorni organizzata dalla nostra sezione CAI dal nostro Elio Vergani. Purtroppo il giro non è stato completato causa condizioni avverse del meteo ma è stata comunque una bellissima prima esperienza. Lunedi 07 luglio, siamo partiti in quattro, per il Tour della Bessanese; le previsioni non erano incoraggianti, ma la voglia di avventura ha prevalso. Siamo saliti al rifugio Gastaldi (prima tappa) sotto un temporale estivo degno di nota. Martedi 08 luglio, siamo ripartiti per il rifugio Cibrario (seconda tappa) sotto una fitta nevicata. L'inclemenza del tempo, il forte vento e la neve abbondante ancora presente sul percorso ci hanno messo a dura prova nell'affrontare i due passi a quota 3000 m.; il rifugio Cibrario e' stato comunque raggiunto senza particolari imprevisti. Mercoledi 09 luglio, stante il peggioramento delle condizioni atmosferiche, abbiamo dovuto abbandonare il nostro programma e scendere a Usseglio. Comunque bella esperienza e tutti soddisfatti ma con la voglia di tornarci a completare il giro.

 
foto 
     Vedi la galleria fotografica della giornata